Archivio news 22/04/2021

FOOTBALL CLAN PREVIEW: ALIANZA LIMA-AFTERLIFE

Le due superpotenze dell'open di calcio a 7 si sfidano per la finalissima: in Regular Season è finita 2-2 con rimonta degli uomini di Errante

Dopo la conferenza stampa, in cui è stata ufficialmente annunciata la ripartenza, è tempo finalmente di rituffarsi nella fase calda del Football Clan, pronto alle fasi finali di Champions e Major.

La prima delle due semifinali di Champions è una sfida che definire da brividi è persino riduttivo: Alianza Lima-Afterlife. Si affrontano due superpotenze del Football Clan, due candidate d'obbligo alla vittoria finale. Per quanto messo in mostra nella Regular Season, nella Charity Cup e nei due gironi di Champions, quella tra la selezione peruviana e la formazione allenata da Francesco Errante si può tranquillamente definire una finale anticipata, anche se chi vincerà dovrà ancora superare un ultimo ostacolo (Bovisasca o Sert) per aggiudicarsi la prima edizione del Football Clan.

Afterlife arriva a questa sfida dopo aver chiuso al secondo posto il girone A della Champions, dopo le vittorie con Missaglia ed El Giron e il 4-4 incassato proprio nel finale contro Bovisasca Calcio. Un pareggio che, sommato al maggior numero di reti messe a segno dai gialloneri (16 contro le 11 degli uomini di Errante), ha costretto Afterlife proprio alla sfida contro Alianza Lima. Un percorso che si somma al secondo posto in Regular Season dove, ironia della sorte, Afterlife non ha vinto sempre a causa di una peggiore differenza reti, con 7 vittorie ed un pareggio, che è proprio il confronto diretto con i peruviani terminato 2-2. Un percorso vicinissimo alla perfezione: 22 punti sui 24 a disposizione, secondo miglior attacco con 38 punti e miglior difesa con appena 8 gol concessi (di cui due ad Alianza Lima). A questi incredibili numeri va sommato il clamoroso 15-0 rifilato a Formidabile nell'unica sfida di Charity giocata prima dell'interruzione dovuta all'emergenza sanitaria. Afterlife vanta numerosi record nel Football Clan: è la squadra che ha chiuso una partita con la maggior differenza reti (+15 proprio contro Formidabile), è una delle squadre ad aver segnato 5 gol con un giocatore (Cinquepalmi nel 15-0 a Zampiero e compagni), ha il miglior attacco di tutte le competizioni (60), nonché la miglior difesa (13). Conduce anche la classifica dei clean sheets (3), del numero di tesserati (28 tesserati tra giocatori, allenatore e dirigenti) e del numero di giocatori diversi andati a segno in Regular Season (11 insieme ad Alianza Lima). Numeri da capogiro. I dati di Alianza Lima, però, non sono per niente da meno: i peruviani sono imbattuti (come Afterlife), hanno il miglior attacco della Regular Season (48), la miglior differenza reti (+32) e hanno vinto entrambi i gironi B, sia di Regular Season che di Champions, rispettivamente con 22 e 9 punti, ai quali vanno sommati i 3 ottenuti contro Tettenham in Charity prima della sospensione. Come Cinquepalmi, inoltre, anche Loayza ha segnato 5 gol in un'unica partita (7-4 contro Desperados '90).

I numeri dicono molto, ma i match hanno offerto ulteriori indicazioni su queste due squadre, che hanno tante caratteristiche in comune. Afterlife e Alianza Lima sono due squadre che amano attaccare, imporre il proprio gioco e segnare il maggior numero di gol possibili, ma non manca l'organizzazione di squadra, favorita tra l'altro da due panchine lunghissime con grande equilibrio tra i titolari (o meglio, i 7 di partenza) e i subentranti, in grado di offrire ricambio in termini di quantità, qualità ed ossigeno. I peruviani hanno nel dinamismo e nell'atleticità il punto di forza. Ciò permette a Loayza e compagni di crescere alla distanza e fare meglio nel secondo tempo: non a caso, 29 delle 48 reti della Regular Season sono state messe a segno nella ripresa, contro le 19 della prima frazione di gioco. Afterlife, dalla sua parte, ha una squadra più numerosa, che può vantare anche l'alternanza di due portieri (Amadori, goleador in Charity contro Formidabile, e Todesco) e giocatori con già una rinomata esperienza nelle competizioni Cun, tra cui Carlo Melogli (Cambusa e Gum), Marco Gallizia (Cambusa) e Michele Iurlaro (Milanesi Smog), oltre al nuovo acquisto Magistrelli che, però, ha disputato la stagione 2019/2020 con Sesto P31 e, quindi, non sarà a disposizione di Errante. Alianza Lima, da parte sua, ha giocatori come Loayza, forse il miglior mancino di tutto il Football Clan, Mendoza, Irving Cuba Ramirez e Kevin Cuba Ramirez. Una squadra, quella di Josè Sanchez, che non potrà purtroppo aggiungere il nuovo acquisto Wilson, apparso dominante nei triangolari dell'estate 2020 ma che sarà sicuro uno dei fondamenti della squadra di Nava Fernandez a partire dalla prossima stagione.

Un assaggio di questa supersfida è già avvenuto nella Regular Season. Le due formazioni, infatti, erano inserite nel girone B, e si sono affrontate nella quinta giornata, nel match andato in scena il 9 dicembre 2019 e terminato 2-2. Una partita in cui Alianza Lima si è trovata in vantaggio di due gol (Loayza e Kevin Ramirez Cuba), con Afterlife che ha completato parzialmente la rimonta agguantando il pareggio grazie alle reti di Colombo e Iurlaro. 40 minuti memorabili, come lo saranno quelli della semifinale di Champions. Stavolta, però, la differenza è abissale: il pareggio non sarà un'opzione, non c'è domani. Chi vince potrà inseguire il sogno di sollevare la Champions, chi perderà dovrà riprovarci la prossima stagione. Appuntamento al Sant'Ambrogio Palace per la partita delle partite.