News archive 28/04/2020

DAL CUN AL FOOTBALL CLAN

Alla scoperta di alcune squadre, che dopo aver giocato nel Campionato Universitario, quest'anno hanno partecipato al torneo open Football Clan.

Sia il Campionato Universitario, che il Football Clan sono competizioni davvero affascinanti e difficili, e decidere a cosa partecipare diventa importante, soprattutto in base alle proprie esigenze e qualità. Ci sono squadre che hanno scelto di cambiare torneo in questa stagione: parliamo di Sesto P31, Euromilano e Mbaridinazzo.

I ragazzi di Sesto P31 sbarcano nel torneo Open del CUN, dopo aver partecipato per due stagioni consecutive al Campionato Universitario. Sponsorizzati da Best Trasporti, hanno illuminato prima i campi della Lega Bocconi, secondo posto nella Regular Season nel 2017/18, poi quella della Lega Statale nella stagione successiva, terminando al terzo posto (con 17 punti) la prima parte di campionato.  In entrambe le stagioni, gli uomini di Sesto, si sono fermati ai quarti di finale del Trofeo degli Atenei dopo aver superato brillantemente la fase a gironi, nel primo caso per mano di Orticas (sconfitta per 4-0), mentre nel secondo sono dovuti soccombere sotto i colpi di Cambusa (3-1). Quest'anno, invece, erano inseriti nel Girone B del Football Clan, e i buoni risultati non sono di certo mancati: terzo posto in classifica, dietro ai colossi Alianza Lima Milano e Afterlife. I punti conquistati sono stati 15, molto bene l'attacco con 37 reti segnate, con super Niccolò Magistrelli sugli scudi: l'attaccante ha siglato 11 gol in 6 partite, appena dietro di lui troviamo Luca Rigoni con 8 centri. Numeri meno positivi per la retroguardia: le 21 reti subite la piazzano solo al nono posto nella classifica difensiva dell'intero campionato. Tuttavia, in cima alla graduatoria dei top difensori del Girone B, troviamo due giocatori rossoblu: parliamo di Riccardo Prola (6.6 in 8 gare) e di Mario Schingo (6.7 in 6 match).

Altra formazione che, dopo due anni di Campionato Universitario, è passata al Football Clan è Euromilano. Nella prima stagione di Lega Altre UniCun si sono piazzati al sesto posto, e la loro corsa in Coppa delle Università è terminata agli ottavi di finale contro AC Picchia (4-3), futuri campioni della competizione, mentre il cammino in Coppa Network Pentagono si è interrotto ai quarti (sconfitta 7-6 da Milanesi Smog). Nel 2018/19 gli uomini di Euromilano hanno mostrato ulteriori miglioramenti: quinto posto nella Lega Cattolica (10 punti raccolti), e playoff per l'accesso al Trofeo degli Atenei vinto per 2-1 ai danni di Amalgama. Purtroppo per loro, la seconda parte di stagione è stata decisamente deludente: fuori nella fase a gironi del Trofeo degli Atenei con zero punti, ed eliminazione al primo turno della Coppa delle Università (ko per 6-4 con Havana Club). Il passaggio nel torneo Open è stato durissimo per Euromilano: ultimo posto nel Girone B, con appena 3 punti fatti, e soprattutto 51 gol subiti (peggior difesa di tutto il torneo).  Qualche nota positiva arriva dalla fase offensiva: 16 reti messe a segno, con Franco Crista e Marco Di Nallo cannonieri della squadra con 4 centri a testa. 

Infine analizziamo il percorso dei ragazzi di Mbaridinazzo: nella scorsa stagione secondo posto con 21 punti in 8 gare nella Lega Cattolica, ma dopo aver superato la fase a gironi del Trofeo degli Atenei, sono andati a sbattere nei quarti di finale contro Partizan Degrado per 6-0.  Mentre il percorso in Coppa Benedetta d'Intino si è fermato agli ottavi di finale, per mano di Wengè con il risultato di 3-1. Molto positiva anche la prima parte di stagione di questa edizione di Football Clan: secondo posto nel Girone A con 17 punti ed il miglior attacco del raggruppamento con 42 reti all'attivo. Il duo composto da Francesco Lorusso e Marco Sarno ha portato più della metà dei gol (23) dei biancorossi, con il primo capocannoniere del girone con 14 sigilli. Anche i numeri difensivi sono ottimi: appena 12 reti al passivo, con Alberto Cosentino fra i migliori portieri con 6.3 di media voto, e Fissardi fra i top difensori con 6.5 in 4 partite