Football Clan2019/2020
(Coed)
7 a side football

12h di Calciatori Brutti c7 Milano

News archive 16/12/2019

CUN: BONFRISCO NUOVO DESIGNATORE ARBITRALE

L'ex fischietto di Serie A gestirà il reparto arbitrale delle competizioni

Angelo Bonfrisco, ex arbitro di Serie A, è ufficialmente il nuovo designatore e dirigente arbitrale delle competizioni CUNgestirà i comunicati e analizzerà i fatti accaduti durante le gare, dando ancora maggiormente un segnale di professionalità e serietà a tutto l'ambiente. 

Nato a Monza il 12 Aprile 1960, Angelo inizia ad arbitrare a 20 anni, dopo aver giocato a calcio dai 9 ai 19 anni con esperienze nel settore giovanile del Monza e in Prima Categoria. Dopo tutta la trafila, debutta in Serie B nella stagione 1993/1994: un anno dopo, nel giugno del '95 esordisce in Serie A dirigendo un Reggiana-Foggia. Negli anni arbitra con classe e rigore tante gare professionistiche, collezionando ben 250 direzioni considerando anche la Serie C.

Storicamente riconosciuto come arbitro affidabile ed intelligente, Bonfrisco ama dialogare con i calciatori spiegando loro con tono deciso ma elegante le decisioni e le varie situazioni di gioco. Già arbitro nella passata edizione della Serie i-il Campionato per Imprese, da oggi diventa il designatore del CUN.

Di seguito un'estratto dell'intervista rilasciata in giornata:

A: "Ho conosciuto il CUN nella scorsa stagione tramite un bellissimo progetto portato avanti con Bambini Senza Sbarre ed ho avuto il piacere e l'onore di arbitrare, oltre alla gara inaugurale, svariate partite della Serie i: ho da subito apprezzato il format e con il presidente ci siam piaciuti sin da subito. L'obiettivo è quello di rafforzare questa sinergia, che coinvolge anche il mondo automobilistico e dei servizi a noleggio di SUV per medi-lunghi periodi, da oggi: l'automobile fa parte di noi, un po come il calcio e lo sport in generale ed è il mezzo tramite cui inseguiamo o raggiungiamo le nostre passioni, vicine o lontane che siano. Per quanto riguarda il CUN l'obiettivo è quello di uniformare la decisioni, trovare un metro da condividere e sposare un progetto a lungo termine, garantendo il corretto svolgimento delle gare nel rispetto delle regole: seguiranno comunque riunioni con la classe arbitrale. Mi aspetto che la dirigenza mi sostenga e mi aiuti a migliorare il numero di arbitri a disposizione e le tecnologie come VAR e PROVA TV per limitare gli errori della sezione nelle competizioni"